5 regate per la Coppa Città di Lecco

5 regate per la coppa città di LeccoBel week-end di regate sul Lago di Lecco per la coppa “Città di Lecco”, 4 tappa del Campionato Velico del Lario 2015, che si è disputata sabato 27 e domenica 28 giugno nella splendida ansa Lecchese del Lago.

5 regate per la Coppa città di Lecco

In due giorni di regate con buone condizioni di vento, che hanno consentito alle barche ORC (di cui abbiamo già ripetutamente parlato in questa rubrica) e ai 5 Platu iscritti di disputare ben 5 prove in due giorni. Tanta roba, insomma… Partenze distese, con qualche anticipo e qualche OCS, alcuni con rientro come da Bandiera India altri no, sostanzialmente gli equipaggi hanno dato il meglio di loro dimostrando perizia e correttezza.

E che belle barche! Un campo di regata preciso al millimetro ha consentito di bolinare con gusto, armare spi e gennaker (ma poi bisogna anche ammainarli, quando è ora…. non le tenete stè barche!) colorando lo specchio del lago e donando al contesto quel tocco in più che fa sì che tutti amino la vela, compreso chi la segue dalle sponde o dalle panchine del lungo lago.

Classifiche già on line, le trovate su questo post. Complimenti a chi ha tagliato il traguardo tra i primi (Dolasilla e Sob Sob, Bruschetta e Missulteam) ma anche a tutti coloro che hanno instancabilmente regatato in tutte le prove disputate, tenendo in acqua ben 25 barche, con vele a segno e andature pulite. Peccato per qualche tensione di troppo per i Platu, che hanno comunque disputato un’ottima gara, accidenti a quel vento di domenica mattina, un pò birichino…..

Premiazione anticipata per l’ORC sabato sera, fronte lago, finita a cucchiaiate nella crema da spalmare (ci siamo appesantiti un pò tutti, ma volete mettere…..). Bella accoglienza per tutti i regatanti e per gli Ufficiali di Regata da parte del Comitato Organizzatore. Un ringraziamento particolare al Gruppo Assistenza, particolarmente efficiente e simpatico….. Insomma, io un Ripasso da quelle parti lo rifaccio di sicuro (e chi può e vuol intendere, intenda 😉 )!

In ultimo, lancio un’idea: il programma Cyberaltura, programma ufficiale ORC, consente la definizione del così detto percorso costruito, che prevede la rilevazione del vento incrociato con il dato della distanza.

Cosa cambia? Che i compensi applicati sono quelli effettivamente relativi all’intensità e alle variazioni del vento, misurato lungo tutto il percorso della regata….. Insomma, la prestazione della barca è monitorata lato per lato, è più precisa e forse permette agli equipaggi di ottimizzare le proprie prestazioni e magari sparigliare la classifica….Chissà… Chi regata in ORC, in Italia e all’estero, regata così.

Ci proviamo anche a Lecco?

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: