A Natale regala la Vela

Cari marinai è ormai tempo di Natale. Dal mio buen retiro un pò obbligato, a causa di un infortunio che mi costringerà a gamba all’insù per qualche mese, mi sono messa a pensare a queste feste imminenti. Vi immagino alla ricerca di doni per i vostri cari, amici o parenti che siano, insomma indaffarati nella corsa alle festività.

Una corsa, appunto.

Invece io, che sono ferma, ho deciso di offrirvi qualche simpatico spunto per un regalo rivolto proprio specificamente a voi. Non pensiamo quasi mai a noi stessi, e allora perché a Natale non cambiamo la prospettiva?

A Natale regalati la Vela

Ma certo, non dite che non ci avevate già pensato! Poche idee su come farlo? Provate a leggere qui 

Formazione/specializzazioni/migliorarsi

Se ci pensate bene, sono certa che vi verrà in mente qualche aspetto della vostra cultura marinara da rafforzare, qualche elemento che non vi è chiaro o che magari non avete ancora considerato.

Avete focalizzato? Bene. Ora, ci sono moltissimi libri che trattano argomenti relativi alla vela: come si eseguono i principali e più sofisticati nodi a come è nata la vela in Italia, sono solo esempi.

Un libro vi terrà compagnia e potrete portarlo con voi nelle lunghe navigate estive. Per consultarlo, naturalmente!

Se invece non possedete ancora la  famigerata patente nautica, ebbene, quale migliore occasione delle festività del Natale per acquistare un buono per il prossimo corso?

Se invece pensate di dover approfondire in pratica qualche conoscenza, avete pensato ad una formazione ad hoc? Sapete quanto io sia tifosa della formazione continua, come ho scritto in questo articolo qualche mese fa: Perché la formazione è importante, mica solo nella vela

Vi serve qualche idea? Cercate workshop specifici su manovre, navigazione d’altura, meteorologia, carteggio. E chi più ne ha più ne metta.

Anche il team building in barca a vela è un’esperienza molto interessante (sempre che ne usciate vivi – scherzo!),. Anzi spesso è la soluzione ideale per rafforzare un gruppo e costruire nuovi legami. Serve anche a conoscersi meglio, magari discutendo animatamente.

Altrimenti, se avete le caratteristiche, potreste decidere di affrontare quel corso per diventare Istruttori di Vela FIV che da tempo tenete nel cassetto, o magari iscrivervi alle selezioni per cominciare la carriera di Ufficiale di Regata.

Un vero e proprio corso di vela

Se invece non avete mai frequentato un corso di vela, beh è il momento di metterlo in cantiere.

Tutti gli anni è lo stesso. Si torna dalle vacanze al mare dopo aver visto molte barche sfidare vento e onde per raggiungere mete molto speciali, tanto che l’idea di provarci voi stessi vi solletica parecchio. Così decidete di iscrivervi a un corso di vela. Ma poi ricomincia il lavoro, i figli vanno a scuola, il caldo si allontana e a voi passa di mente.

Questa è l’occasione giusta per progettare il vostro primo corso di barca a vela. Il mio suggerimento è di cominciare con le derive, poi con calma andrete oltre.

La maggior parte dei corsi di vela comincia dal mese di marzo in poi, perciò iniziare adesso a programmarlo e a contattare il vostro Circolo nautico preferito è decisamente un’ottima idea

Regalatevi il top della gamma degli indumenti tecnici

Beh, se siete come me in barca a vela ci salite con indumenti, diciamo così, ben collaudati. Sbaglio? E’ normale, in fondo devono essere utili ed efficaci, non certo belli, mica dobbiamo farcene un cruccio. Pensate che molti non indossano indumenti da vela nuovi di pacca perché sa molto di appena arrivato… Dunque è ok il vintage, ma….

Siamo a Natale! Nulla vi impedisce di acquistare quella giacca antivento e antiacqua che desiderate da tanto, oppure il giubbotto salvagente di ultima generazione che avete già visto su internet, oppure il gilet che si scalda elettricamente (se volete andare in barca a vela d’inverno, fateci non uno ma due pensierini) o gli scaldini per le mani e i piedi e così via. In fondo, si tratta sempre di shopping!

O gli attrezzi indispensabili

Beh non sono fortissima su questo argomento, ma qualche giorno fa mi sono imbattuta in questa chiave universale da coperta Mad Key, che apre grilli, bocchettoni, tappi, e fa anche il caffè.

Altrettanto utile il kit per pannello solare. Ne trovate di tutte le dimensioni: per caricare un telefonino, alimentare gli strumenti di bordo, qualche piccolo elettrodomestico.

Indispensabile il famoso coltello per cime, con punta rotonda per non bucare la zattera salvagente (o altro di ancora più prezioso). Scatenatevi con la fantasia, c’è sempre qualcosa di questo genere che vi manca a bordo!

Natale in barca a vela!

Se siete tra i super fortunati che possono regalarsi un viaggio, beh, allora ce n’è davvero per tutti i gusti! L’idea di passare le feste natalizie in barca a vela, da soli in cerca di avventure o con la vostra famiglia, è davvero fantastica.

Ci sono viaggi per tutte le tasche: dalle mete più gettonate e cool come i Caraibi o la Patagonia, verso il caldo emisfero sud, al freschetto di un week end affittando una barca nei nostri porti italiani.

Mai considerato di navigare d’inverno? Ha il suo fascino e la sua utilità, ve lo garantisco, e poi l’ho anche scritto nell’articolo 5 buoni motivi per un inverno in barca a vela.

Per i più scettici, un week end in cui tagliare il panettone e godersi i fuochi dalla barca andrà benissimo lo stesso. L’importante è sentire il profumo del mare.

E chi non può andare proprio da nessuna parte?

Tranquilli, ho due idee anche per noi! Potreste vivere le emozionanti avventure dei giganti della Vendèe Globe sul sito ufficiale della regata più importante del mondo, per provare a scommettere su chi sarà in testa alla regata la mezzanotte del 25 dicembre, al freddo e al gelo anche loro, poveretti.

Oppure potreste prepararvi un ricco cenone, facendo finta di essere in barca! Perciò pesce all’acqua pazza come se piovesse, vino e salatini, e alla fine il classico cioccolato fondente con un buon rum per finire la serata. Un sottofondo musicale e una buona compagnia saranno abbastanza per farvi passare un comunque ottimo Natale barcaiolo.

Non mi resta che farvi i miei migliori auguri di Buon Vento per questo fine anno che tanto allegro non è, ma che possiamo rendere migliore, sognando un po’.

E se a qualcuno viene in mente qualcosa’altro, si faccia avanti! Intanto…

A Natale Regala la vela

 

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: