Cominciare l’anno col vento in poppa

Cominciare l'anno col vento in poppa

Cari marinai, conosco un unico modo per navigare vento in poppa: restare all’erta e cogliere i cambiamenti, anche piccoli.

Per questo ho deciso di scrivere il mio primo post del 2017 parlando delle cose che cambieranno per noi, UdR e regatanti, nel 2017.

Il mio impegno con voi, approfondire il nuovo Regolamento di Regata e il ruolo dell’UdR

Per intenderci, non cambieremo la natura del blog, che è anche scambio di esperienze a bordo, approccio alla vela per tutti, e notizie dalle regate.

Ma quest’anno come sapete sono entrate in vigore le nuove Regole di Regata, ovvero il nuovo Regolamento di regata incluse le prescrizioni FIV.

E dunque particolare attenzione sarà dedicata da Velaleggera alle nuove regole e alle novità che dobbiamo approfondire, il prima possibile.

Per chi è iscritto a questo blog sarà uno scherzo restare aggiornato. Per tutti gli altri è giunto il momento di approdare a questo link e lasciare la propria mail 😉

Ma anche migliorare graficamente il blog!

Ne ho parlato nell’articolo Una nuova grafica per Velaleggera, dove puoi farmi conoscere le tue opinioni, suggerimenti, per rendere il blog sempre più fruibile e, perché no, più bello e piacevole!

Il 2017, l’anno per me di nuove sfide

Quest’anno sarà anche l’anno in cui affronterò le nuove sfide che mi attendono: diventare Ufficiale di Regata Nazionale e svolgere nel migliore dei modi i miei compiti all’interno del Comitato FIV XV Zona, a partire dall’altura, la mia grande passione. Insomma, ne abbiamo di miglia da fare.

Che ne dite, le navighiamo insieme?

E già che parliamo di inizi…. Non lasciatevi frenare da nulla, navigate in mare aperto

Qualche giorno fa ho realizzato che la mia situazione personale (costretta all’immobilismo per un tendine di Achille rotto, mannaggia ad Achille) mi stava frenando al punto da compromettere il mio solito ottimismo per il futuro.

Non parlo delle cose del tipo “Come cominci l’anno lo finisci” e cose del genere, che ho sempre considerato delle baggianate, figuratevi adesso.

Piuttosto ho cominciato a pensare a tutte le cose fisiche ma soprattutto mentali che in questo ultimo periodo limitavano la mia agilità, nel senso più lato del termine. E’ così che ho deciso di sciogliere qualche nodo…..

E mentre lo facevo, improvvisamente si è materializzata l’immagine del mare. Non so a voi, ma a me l’effetto che fa il mare è impagabile: mi calma, mi fa sentire parte di qualcosa, mi riempie il cuore e, sì, mi da coraggio.

Forzosamente lontano dal mare e dalla navigazione per un po’ resto allerta, attenta al cambiare del vento e a cogliere ogni minimo refolo. Sempre guardando in alto le vele e laggiù, verso l’orizzonte. E mi preparo per il nuovo anno, rivolgendovi il mio miglior augurio:

Se è un nodo a tenerti fermo in porto, scioglilo. Apri le vele e naviga in mare aperto. Ascolta la voce della tua anima e sii finalmente cio’ che desideri essere


A proposito: vi siete accorti che ho cambiato il look del sito? Che ne dite, vi piace?

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: