La Crociera del Verbano

La Crociera del VerbanoIn uno splendido scorcio di lago Maggiore, nei pressi di Caldè, si è svolta la manifestazione velica “Crociera del Verbano“, regata ORC e libera per molti dei cabinati che si stanno contendendo il titolo di campione del Lago (e sono piuttosto agguerriti).

A dire la verità il tempo era proprio da crociera… dopo l’iradeicieli che si è scatenata venerdì, sembrava che il meteo avesse esaurito il fiato. Ma quando una barca è in acqua e pronta sulla linea di partenza, bisogna fare di tutto per farla regatare.

E così il Comitato di Regata, guidato da Paolo (Presidente del Comitato ma anche del Circolo organizzatore, il Circolo Nautico Caldè, uno che non scherza in quanto a responsabilità) intravisto un refolo un po’ più forte sull’altro lato del lago, ha dato la partenza.

Ed è andata bene, 25 barche sono partite senza problemi cercando, con l’epica pazienza del regatante, la boa svizzera del Pino, che bisognava raggiungere entro le 6 ore dalla partenza delle 9.30. Il vento è rinforzato in tarda mattinata consentendo a tutti di divertirsi, di giocare con i bordi e di sfidare le altre barche nella classifica generale.

Eh sì perchè con l‘ORC tutto può succedere

Una barca più piccola o meno performante, grazie a un compenso che la mette diciamo al pari delle altre, indipendentemente dal tempo reale impegnato per completare il percorso, può giocarsela davvero con tutte le altre barche. Mica male vero?

Capito come funziona il compenso ORC e perché la FIV giustamente lo sta spingendo anche sui nostri laghi? Il resto, come diciamo noi, lo fa il manico, cioè il timoniere e l’equipaggio, in barca ciascuno è indispensabile.

Capito perché amo la vela? Quale altro sport segue una filosofia tanto affascinante quanto condivisibile?

Chi ha tagliato per primo

E così è successo che un Surprise Classe Sportboat, Kebirra, che ha fatto un’ottima regata, ha lasciato dietro in classifica barche notevoli per equipaggio e dotazioni generali…. Ma è Vizio a stravincere, nella classe Crociera/Regata e persino nella overall……Congratulazioni dunque!

Ma veniamo a  noi e al nostro Regolamento di regata FIV: questa volta vi pongo un quesito a proposito di un fatto avvenuto in regata e che abbiamo commentato dalla barca Giuria, così magari commentate anche l’articolo… 😉 Barca raggiungente si ingaggia da sottovento mure a dritta, la barca sopravento, coinvolta nell’ingaggio e anch’essa mure a dritta, scarroccia e sta per provocare un contatto con l’altra barca. Chiede acqua. Chi deve tenersi discosto?

Vi do un paio di aiutini (ma solo un paio) dal Regolamento di Regata

Regola 11 Sulle stesse mure, ingaggiate

Quando le barche sono sulle stesse mure ed ingaggiate, una barca al vento deve tenersi discosta da una barca sottovento

Regola 15 Acquisire il diritto di rotta

Quando una barca acquisisce il diritto di rotta, essa deve inizialmente dare all’altra barca lo spazio per tenersi discosta, a meno che non acquisisca tale diritto a causa di azioni dell’altra barca

Scatenatevi, si commenta più sotto. Buona discussione

Visita anche gli altri articoli della sezione Regolamento di Regata un passo alla volta 

Buon vento, marinai…

2 pensieri riguardo “La Crociera del Verbano

  • 5 giugno 2015 in 11:45
    Permalink

    La mia opinione è che Elena debba assolutamente continuare a fare la reporter delle regate a cui partecipa come UdR, arricchendole con quiz sulle regole di regata che potrebbero fare bene a moltissimi UdR, ripassando il Regolamento tutti assieme.
    Grazie Elena, continua.

    Cordiali saluti
    Alberto

    Risposta
    • 5 giugno 2015 in 21:47
      Permalink

      Grazie Alberto per l’incoraggiamento! Domenica sono a Viverone e sicuramente vi darò conto…ma voi partecipate, d’accordo? 🙂

      Risposta

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: