Roc Nére II sotto coperta: la cambusa

Roc Nere II sotto coperta. La cambusaGrazie alla cortesia di Maurizio e dei suoi ospiti su Egale abbiamo una nostra foto in navigazione… Bellini, no?

Siamo sull’isola di Lussino, causa vento debole e voglia di mettersi una volta seduti a tavola. Il Fun come sapete è una barca da regata da 24 piedi (poco più di 7 metri) con una cabina única molto spartana e bassissima (dentro si sta solo seduti).

Poco male, visto che il nostro obiettivo è navigare e che passiamo tutto il tempo nel pozzetto che è ampio e comodissimo alla navigazione. In condizioni di vento medio e mare accettabile ci rilassiamo a tal punto da timonare praticamente orizzontali…

Siete curiosi di sapere come si sta sotto coperta? Beh, il Fun non è proprio comodissimo ma si fa voler bene…

Ha due cuccette laterali dove dormiamo noi, che abbiamo attrezzato con cuscini e materassini gonfiabili da campeggio, si trovano a poco prezzo nei rivenditori di articoli sportivi.

Un cuscino tipo aereo aiuta con la cervicale, anche se al mattino ci tiriamo su solo grazie a due cime laterali ben fissate che servono anche per appenderci ogni cosa…  A prua ci sarebbero in teoria altri due posti, ma trovandosi anche gli unici due gavoni, usiamo lo spazio per stipare la cambusa…

La cambusa richiede esperienza e lungimiranza

Noi ci regoliamo così, quando non prendiamo d’assalto i ristoranti le poche volte che tocchiamo terra: acqua il più possibile, naturale per cucinare e le docce (c.a 1 bottiglia a testa) e gassata per bere.

Noi compriamo anche succhi di frutta e birra, ma regolatevi a seconda dei gusti. Cracker o gallette di mais per gli intolleranti al glutine come me, scatolette di ogni tipo: tonno, pollo, carne, sughi pronti, verdure e minestre. Biscotti e marmellata per colazione, mandorle, cioccolata, agrumi (resistono al calore) e naturalmente pasta e riso. Caffè e te non mancano mai, come i limoni, sempre utili in viaggio.

Roc Nere II sotto coperta La cambusa

Colazione a bordo

Esageriamo sempre un po’, ma ci piace scegliere. In barca qualunque cosa si cucini è sempre buona dopo una giornata di navigazione. È un bel vantaggio, in buona sostanza non si sbaglia mai. Naturalmente occorrono stoviglie adeguate. Noi usiamo pentole, piatti, bicchieri e posate con manici bucati.

Quando abbiamo finito di utilizzarle, una bella gassa adamante e via, in mare. Mentre si naviga la cima diventa un’ottima lavastoviglie! Insomma, anche se gli spazi sono angusti si può stare bene con poco. Questo è un grande insegnamento che ci consegna Roc Nére II ogni giorno….  

Per oggi è tutto. È ora di cena…  Buon appetito marinai e buon vento! 

 

 

2 Replies to “Roc Nére II sotto coperta: la cambusa”

  1. Catia come mi sono persa questo tuo commento???? MI spiace molto. Comunque hai ragione, in barca, come nella vita, le persone che abbiamo intorno contano… Un abbraccio

Cosa ne pensi?