Una nuova grafica per Velaleggera

Buon giorno marinai,

interrompo per una volta il flusso normale del diario di bordo di Velaleggera (Ancora non sei a bordo? Clicca qui) perché mi fa piacere affrontare con voi il tema della grafica di questo blog.

Tra un paio di mesi Velaleggera compie il suo primo anno!

E di sicuro non è uguale alla prima volta in cui ha messo il naso in rete. In questi mesi infatti qualcosa è cambiato: innanzitutto siete arrivati voi, cari marinai. So che siete in tanti ogni volta, direttamente sul sito o sui social, a darmi manforte e di questo ho proprio voglia di ringraziarvi, tanto.

Vi immagino sempre mentre scrivo, perché queste pagine non vogliono essere lunghi monologhi personali, ma scambi, interazioni, gioia di condividere le proprie esperienze e le proprie conoscenze. Così vi vedo lì, davanti ai vostri monitor o display, che leggete, curiosate, dite la vostra e a volte (per fortuna) correggete o integrate qualche post, come ha fatto recentemente Systemystapazzo qui.

Mi seguite, avete aggiunto il link ai vostri preferiti, vi siete iscritti ai feed (a proposito, ricontrollateli, perché ho dovuto abbandonare Feedburner 😕 ), fate girare i suoi contenuti, insomma in una parola date vita al blog.  :mrgreen:

Vi interessano i contenuti, ma anche rendere il sito più bello, più utile, più corretto.

Di questo vi sono molto grata

Perciò sto cercando di migliorare la parte grafica, ed essendo io molto lontano da una grafica, procedo per tentativi e acquisizioni successive. Vediamole!

La mia scelta: contenuti corretti ma fruibili da tutti

La vela è entrata nella mia vita travolgendola e rimpiendola di significati che non avevo mai assaporato. Questo blog è nato da qui, con l’ambizione di portare queste emozioni, questa esperienza a tutti gli amanti della vela, atelti affermati, sportivi, dilettanti, semplici amatori o curiosi.

Intendo proseguire su questa strada, d’altra parte vi avevo già anticipato qualcosa nell’articolo Cominciare l’anno con il vento in poppa, il post in cui ho tracciato le linee editoriali per il nuovo anno.

Se manca qualcosa, e di sicuro è così, vi chiedo espressamente di proporre, suggerire, interagire con me. Scrivetelo nei commenti più sotto, sarò grata per ogni contributo vorrete regalare.

La vecchia immagine del blog

Una nuova grafica per VelaleggeraQuanti di voi ricordano la carena del primo varo di Velaleggera? Avrei dovuto tenere uno screenshot accidenti, per fortuna ho ancora la foto dell’header di allora, ve la ricordate?

A quei tempi usavo un layout più sofisticato, un tema a pagamento, che però non mi piaceva per niente. L’ho tenuto fino a quando mi sono decisa di lasciarlo andare, e pazienza per l’investimento 🙂

Così mi sono messa a cercare ( stavolta nei temi di woprdpress gratuiti)  ed ho trovato qualcosa che faceva al caso nostro. Mi pare vada meglio, anche se non è ancora quello che cerco.

Voi che ne dite?

La nuova home page di Velaleggera

Nuova grafica VelaggeraAppena installato il nuovo tema ho deciso di inserire un’immagine di copertina  che non fosse solo più un semplice logo.

Con il nuovo anno l’ho cambiata e questa foto ha una storia, ve la racconto. Volevo che il blog ispirasse avventura ma anche sfacciataggine e anticonformismo.

Così ho pescato tra le foto delle mie scorribande marine sulla mia adorata Roc Nére II, una barca da regata di 7 metri che abbiamo portato in giro prima per il Tirreno e l’Elba, poi per la Croazia più volte, come ho raccontato nella serie di articoli dedicata e che trovate qui.

Questa foto mi piace perché mette in evidenza due cose essenziali per me:

La vela non è solo per ricchi

Il mare e il vento premiano gli audaci

E così Roc Nère II se ne infischia alla grande di trovarsi in mezzo ai barconi ormeggiati al porto di Cres e si gode come se niente fosse il meritato riposo dopo una lunga traversata dall’Istria, con un bel ventino sul Quarnaro che era tutto un programma.  Ma ce l’ha fatta ed è arrivata petto in fuori e con lo spi gonfio in porto, ammirata da tutti.

Si può fare sport e andar per mare con poco, non dimenticatelo.

Dunque cosa ne pensate della nuova veste grafica del blog?

Ho voluto cominciare l’anno con un articolo che parlasse a voi. Ora fate la scelta di parlare con me 🙂

Fatemi sapere se la nuova veste vi piace, se gli articoli sono leggibili, se trovate facilmente tutte le informazioni di cui avete bisogno sulla home page del blog.

Insomma, fatevi vivi. E se qualcosa non funziona o pensate che vada rivisto, beh, ditelo! Facciamo che al suo primo compleanno Velaleggera arrivi bello come lo vogliamo noi!

Buon vento, marinai!

2 Replies to “Una nuova grafica per Velaleggera”

  1. Terzo significato della foto di copertina (secondo me):
    La barca è ormeggiata “al contrario” delle altre (di prua mentre tutte sono di poppa) -> “la Vela non è sempre la stessa”. Oppure, se preferisci, “siamo anticonformisti, anche nelle piccole cose”.
    Che ne pensi?

    1. Ciao Matteo, benvenuto nel blog! Grazie per la tua osservazione, ho già parlato dell’ormeggio di prua e del perché lo preferisco in mare, specie con un fun usato come una barca da crociera, in questo articolo. In ogni caso è vero che in Italia abbiamo l’abitudine di ormeggiare le barche “al contrario” ovvero di poppa ;). Ma noi non abbiamo una scaletta, non riceviamo signore impomatate per l’aperitivo, siamo un pò orsi (analogia forse non proprio azzeccata, ma noi siamo anche gente di montagna 🙂 e in più non ci piace che ci vedano direttamente in casa!
      E comunque penso che tu abbia ragione. Siamo strani, un po’ mattarelli noi marini, e decisamente anticonformisti. E tra di noi ci riconosciamo, quasi subito… Non trovi? A presto

Cosa ne pensi?